Carburanti

Tratta bene il tuo motore, durerà molto più a lungo!

Nelle stazioni di servizio VEGA si distribuiscono esclusivamente carburanti provenienti dalle più importanti società petrolifere operanti nel nostro Paese.

I carburanti distribuiti rispondono, per le loro caratteristiche tecniche, alle normative nazionali ed europee.

BENZINA SUPER SENZA PIOMBO
è a norma EN 228 (in Italia UNI EN 228), ha numero di ottano 95. La Direttiva Europea 2003/17/CE stabilisce le caratteristiche del prodotto che hanno impatto ambientale.

GASOLIO AUTOTRAZIONE
é a norma EN 590, (in Italia UNI EN 590). La Direttiva Europea 2009/30/CE stabilisce le caratteristiche del prodotto che hanno impatto ambientale. Inoltre, per questo carburante, la normativa europea impone che venga miscelato con biodiesel (oli di natura vegetale quali palma, colza, ecc.) per ridurre l’immissione di CO2 in atmosfera. La miscelazione avviene in raffineria o presso i depositi costieri.

GPL
è a norma EN 589.

Poiché gli oli vegetali sono particolarmente sensibili alle variazioni della temperatura e quindi al mutare delle stagioni, il che può incidere sulla qualità del prodotto, VEGA ha adottato un proprio protocollo di trattamento del gasolio, dal suo trasporto all’erogazione, che le ha garantito il primo posto nella  classifica 2012 di QuattroRuote per la qualità del gasolio distribuito dalle "pompe bianche".

  • il trasporto dalle fonti di approvvigionamento, affidato a società certificata che opera in esclusiva per VEGA, avviene con autobotti  dedicate
  • lo scarico avviene in serbatoi di oltre 20 m3 di capacità e, avendo ogni impianto più di due serbatoi, il prodotto prima di essere erogato, viene fatto decantare per oltre 24 ore.
  • durante lo scarico, allo scopo di prevenire sviluppi di carica batterica presente nella componente biodiesel, il gasolio viene additivato con biocida
  • i serbatoi sono sottoposti a monitoraggio continuo, con un avanzato sistema di rilevazione, che segnala la presenza di acqua nei serbatoi
  • con cadenza settimanale, e comunque quando gli addetti agli impianti verificano un rallentamento nella velocità di erogazione, si provvede alla pulizia dei filtri posti alla base degli erogatori e delle pistole.